domenica 25 settembre 2011

Crochet, colors and Aldo Lanzini

Sono pochi gli artisti che riescono a elevare l'arte del crochet alla sfera dell'"Arte" (sopratutto a penetrare quella un po' snob contemporanea che va per la maggiore).
Chi non è immerso nell'artigianato - e intendo quello vero, fatto di attenzione per i dettagli e tanta tanta pazienza - guarda con aria stupita e incredula le meraviglie che l'artista un piccolo attrezzo come l'ago per crochet può creare se supportato da fervida fantasia e passione. Spesso si dimentica che in un'epoca veloce e poco manuale come la nostra, le creazioni artigianali sono ancora fermamente legate al tempo di lavorazione e alla pazienza di chi si destreggia.
Mi piace guardare con cura i lavori, notare le cuciture, leggere le trame e apprezzare il suono dei filati e dei tessuti sotto le mani.
Da poco mi sono appassionata a un artista italiano Aldo Lanzini (classe '68) che ha saputo portare le sue creazioni a livelli internazionali. Di lui ho subito apprezzato il senso di stratificazione che si può notare nelle sue opere/machere. Attraverso la sovrapposizione delle trame crea una opera tridimensionale imprevedibile e inscindibile. Senza parafrasare oltre la sua opera vi lascio gustare le immagini dei suoi lavori.







Aldo Lanzini (italian artist, born in the 1968) uses threads, ribbons, felt and wool to make outrageous yet pretty works - psychedelic masks, eccentric body pieces, sculptures and charming stuffed aliens. I love his gorgeous art whose crochet and knitwear is an erupting fantasy of color.


Look at his interview!

2 commenti:

  1. che cose strane! ecco questa mi manca.. non so proprio come si faccia il crochet!

    RispondiElimina

We always love reading your comments ;)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...